Hotel a Pistoia | Vacanza in Toscana | Turismo a Pistoia

Turismo Pistoia | Dove dormire a Pistoia | Hotel Pistoia | Booking Pistoia

#visitPistoia

il blog che ti fa scoprire Pistoia


Torna indietro

Conosco Un Posticino... RISTORANTE LA DIMORA DEL GUSTO

pubblicato il 18 Ottobre 2014 alle ore 22:00 | Food

In una domenica assolata, forse un po’ troppo calda per essere alle porte di Novembre, ci siamo gustati un ottimo pranzo tipico dei giorni di festa. Dove? Al Ristorante La Dimora del Gusto, appena fuori Pistoia, immerso nel verde, tra oliveti e vigneti.
Tutte le domeniche Paolo, il gestore, e il suo staff propongo piatti della tradizione a km 0 cucinati alla perfezione dallo chef Daniele Moncini, il tutto condito con tanta cordialità e sorrisi.

Ecco il menù proposto:

Crostini, salumi e pappe toscane   

 "Toppe" alla pistoiese

Le "toppe", che con la loro forma ricordano i pezzi di stoffa utilizzati per rammendare gli abiti usurati, sono quadrotti di pasta fresca, preparata con le uova del pollaio e stesa a mano, comunemente chiamati maccheroni e tradizionalmente conditi con un ragù bianco diconiglio. In passato, la domenica era un giorno di festa durante il quale la famiglia pistoiese riunita si godeva un piatto prelibato, mentre, durante la settimana, solo per i più fortunati veniva preparato il ragù finto, con sole verdure.

Fritto dell'Aia

Una piccola curiosità: lo chef mi ha confessato che per ottenere un fritto così croccante fa riposare la pastella per 24 ore e vi garantisco che è davvero scricchiolante!

Cinghiale con le olive

Tre ore e mezzo di cottura e il cinghiale, anche questo a km 0, diventa tenerissimo.

 Pavlova

Una base di pan di spagna, meringa con cuore di pere e pesche caramellate, ed un piccolo ciuffo di mousse al cioccolato. In effetti questo dolce non sembra avere origini pistoiesi, anche se con un mix fra storia e leggenda, Paolo ci racconta che questo dessert sarebbe stato ideato da un pasticcere pistoiese in onore della ballerina Pavlova appunto.
Il contrasto creato dalla dolcezza infinita della meringa e l'amaro della mousse è molto indovinato per concludere in bellezza un pranzo come questo.

...anche se il pranzo ancora non è finito...

Un ultimo tocco di dolcezza: mini bomboloni ricoperti da granelli di zucchero.

Un vero pranzo della domenica, ottimo cibo, un buon vino giovane prodotto dal vigneto che circonda la villa, cordialità, spensieratezza e la sensazione di essere a casa.
Il ristorante La Dimora del Gusto punta sulla qualità, e si vede; un ettaro di orto biologico, 800 ulivi e due ettari di vigneto. Se a questo si affianca la capacità di un giovane chef, la passione del gestore che è anche sommelier, la disponibilità di Elisa che si occupa dell'accoglienza, il risultato non può che essere ottimo e molto confortevole.
La villa, poi, è un gioiellino. Aggirandosi  fra le luminose sale e aguzzando la vista si possono scovare piccoli tesori del passato, da un invito al ballo dei primi anni del Novecento, al grammofono da collezione.
Per chi avesse voglia di assaporare i piatti dello chef e non è di Pistoia, troverà un'ottima struttura ad accoglierlo, infatti,  proprio lì a fianco si situa l’Agriturismo Villa de' Fiori.
Medesima gestione, medesime competenze e stessa attenzione e cura per i dettagli.
E ricordate..."a tavola un s'invecchia"...

RISTORANTE LA DIMORA DEL GUSTO

Via di Bigiano e Castel Bovani, 39
51100 Pistoia
Tel.: 0573 450351

 

A cura di Giulia Mascii

Lascia un commento
Torna indietro
vacanza in toscana su facebook
vacabza in toscana su google
blog Visit Pistoia | vacanze a Pistoia